La storia e il fondatore
   
Chi siamo Contatti
 

Un’abilità di e per tutti

Il Focusing nasce negli Stati Uniti, negli anni Sessanta, dall’osservazione e dall’esperienza clinica di Eugene T. Gendlin, psicoterapeuta e filosofo, collaboratore di Carl Rogers, il fondatore della Psicologia Umanistica.

Agli inizi degli anni ’60, il professor Gendlin sviluppò un’importante ricerca che si domandava “perché alcune persone traevano beneficio dalla psicoterapia e altre no”. Con l'equipe del dipartimento di Psicologia dell’Università di Chicago, Gendlin esaminò molti casi di clienti di terapeuti differenti, appartenenti alle più svariate scuole. La risposta alla domanda fu che l’esito positivo della terapia non dipendeva dall’orientamento, dall’abilità o dall’esperienza del terapeuta. La differenza stava in quello che facevano i clienti durante le sessioni. Ascoltando le registrazioni delle sedute, si notò che le persone alle quali la terapia sembrava fare effetto avevano un modo particolare di esprimersi: parlavano più lentamente, utilizzavano una narrazione non sempre lineare e cercavano le parole adeguate per descrivere quello che stavano sentendo proprio in quel momento. Mentre parlavano delle loro difficoltà, stavano in contatto con una sensazione vaga e difficile da descrivere, che percepivano nel corpo.

Nel 1964 Gendlin descrive per la prima volta il “Focusing” in un suo articolo, spiegando il ruolo di questo processo all’interno della psicoterapia esperienziale e della terapia centrata sul cliente.

Nel 1978 negli Stati Uniti viene pubblicato il suo libro “Focusing” indirizzato sia ai professionisti delle relazioni d’aiuto che al pubblico in generale. Nelle pagine del volume, il professor Gendlin presenta e teorizza il metodo in sei passi successivi con il fine di insegnare quest’abilità alle persone non abituate a utilizzarla spontaneamente. Nella psicoterapia, come in tanti altri ambiti, con la consapevolezza che tutti la posseggono e che tutti, di conseguenza, la possono coltivare e rafforzare.

Pian piano intorno a Gendlin e al Focusing si è creato un movimento internazionale che fa capo a The Focusing Institute di New York.

In Italia è arrivato nel 2000, per opera della nostra socia fondatrice Nicoletta Corsetti, che si è formata in Argentina e negli Stati Uniti.

A partire dagli anni '70 molte persone in tutto il mondo, dal Canada al Sud Africa, dall’Afganistan alla Cina, sono entrate in contatto con il loro vissuto corporeo attraverso l’apprendimento del Focusing.

Chi è Eugene T. Gendlin

Eugene T. Gendlin è riconosciuto come uno dei maggiori psicoterapeuti e filosofi americani contemporanei.

Il suo libro “Focusing” ha venduto più di 500 mila copie ed è stato tradotto in diciassette lingue. Nella sua carriera ha pubblicato più di 300 articoli.

Come filosofo Gendlin ha sviluppato quella che ha definito la “Filosofia dell’Implicito”, alla quale ha dedicato numerosi articoli e libri e, in particolare, il volume “A Process Model”.

Negli anni ’90 ha concepito un’ulteriore originale pratica basata sul felt sense, che si applica al pensiero, chiamata “Thinking at the edge” – “Pensare al Margine”.

Molti sono i riconoscimenti accumulati nella sua lunga vita professionale. Per quattro volte ha ottenuto riconoscimenti dall’APA – Associazione americana di psicologia. Nel 2011 la Società di psicologia teorica e filosofica, una delle divisioni dell’APA, gli ha conferito il premio che ogni anno riserva a uno dei suoi membri per i risultati ottenuti in tutta la carriera accademica. A Gendlin sono stati riconosciuti i suoi meritori contributi teorici e filosofici alla psicologia.

Nel 2007 è stato insignito della principale onorificenza della Fondazione Frankl della città di Vienna (sua città natale) per i notevoli risultati conseguiti nel campo della psicoterapia umanistica - orientata al significato. E’ stato uno dei fondatori ed editore, per molti anni, del Clinical Division Journal, Psychotherapy: Theory, Research and Practice.
Tra gli altri suoi libri: Let your body interpret your dreams, Focusing-oriented Psychotherapy, Experiencing and the creation of the meaning, Language beyond post-modernism: saying and thinking in Gendlin’s philosofy .

A luglio 2016, durante la conferenza mondiale che si terrà a New York, l’Associazione mondiale di Psicoterapia centrata sulla persona ed Esperienziale (WAPCEP) gli conferirà un’onorificenza alla carriera.
Inoltre, sempre nello stesso periodo, a Providence (USA), l’Associazione americana di Psicoterapia ad orientamento corporeo gli assegnerà il riconoscimento “Lifetime Achievement Award”. Si tratta dell’onorificenza più importante riconosciuta da questa Associazione. A Gendlin sarà conferita per “i suoi eccezionali contributi nel campo della Psicoterapia orientata al corpo”.

Home

Chi siamo

Contatti

MailingList

Cosa è il Focusing

Formazione

Sessioni Individuali

 

Per saperne di più

© 2017 Focusing e Ascolto info@focusing.it