LE RELAZIONI DI AIUTO

Corsi di aggiornamento

Usare l’experiencing nelle relazioni d’aiuto
Aggiornamento sull’approccio esperienziale di Gendlin 
nel counseling e nella psicoterapia

Alcune ricerche sull’efficacia della relazione di aiuto hanno posto in evidenza come gli esiti di un intervento siano fortemente determinati dalla attitudine del cliente di entrare spontaneamente in contatto con il significato profondo della propria esperienza (il processo di experiencing). 
Tra tutti, E.T. Gendlin ha studiato specificamente i fattori che favoriscono questa modalità esperienziale, che si riscontra essere all’origine del cambiamento ricavandone un processo (il Focusing) utile a chiunque ma, in modo particolare, a chi esercita una professione di aiuto. 
E' dimostrato che per facilitare il contatto dell’experiencing, e quindi il cambiamento, da parte del cliente è fondamentale la capacità dell’operatore di essere in contatto con la propria esperienza.
Questi temi sono spesso trascurati o trattati superficialmente nella formazione di base degli operatori, da qui la proposta del corso di aggiornamento sull’experiencing, trasversalmente applicabile ai diversi stili di intervento utilizzati da chi opera attraverso la relazione di aiuto.

Usare l’experiencing nelle relazioni d’aiuto
Aggiornamento sull’approccio esperienziale di Gendlin 
nel counseling e nella psicoterapia

Alcune ricerche sull’efficacia della relazione di aiuto hanno posto in evidenza come gli esiti di un intervento siano fortemente determinati dalla attitudine del cliente di entrare spontaneamente in contatto con il significato profondo della propria esperienza (il processo di experiencing). 
Tra tutti, E.T. Gendlin ha studiato specificamente i fattori che favoriscono questa modalità esperienziale, che si riscontra essere all’origine del cambiamento ricavandone un processo (il Focusing) utile a chiunque ma, in modo particolare, a chi esercita una professione di aiuto. 
E' dimostrato che per facilitare il contatto dell’experiencing, e quindi il cambiamento, da parte del cliente è fondamentale la capacità dell’operatore di essere in contatto con la propria esperienza.
Questi temi sono spesso trascurati o trattati superficialmente nella formazione di base degli operatori, da qui la proposta del corso di aggiornamento sull’experiencing, trasversalmente applicabile ai diversi stili di intervento utilizzati da chi opera attraverso la relazione di aiuto.

Obiettivi

  • Precisare e potenziare la capacità di usare l’approccio esperienziale, integrandolo nel modo di portare avanti la relazione d’aiuto;

  • Sperimentare cosa questa nuova modalità esperienziale aggiunge agli approcci che già si usano.

  • Essere in grado di riconoscere e utilizzare con efficacia i segnali del processo di experiencing del cliente, mentre si ascoltano i contenuti.

  • Saper riconoscere e usare come riferimento i segnali del proprio experiencing per operare nella relazione con il cliente.

  • Saper usare il linguaggio nella pratica della relazione d’aiuto in modo sofisticato.

Modalità didattica



Il corso è a numero chiuso, per un massimo di 8 partecipanti, per consentire ai docenti di prestare la giusta attenzione a ciascun partecipante. 
La modalità didattica è orientata alla pratica e all’esperienza diretta, con largo uso di analisi di trascrizioni. Viene dato spazio alla discussione comune dei temi, al confronto e alla analisi di situazioni specifiche portate dai partecipanti. I partecipanti avranno modo di auto valutare i loro miglioramenti.

Oltre alle ore di didattica e pratica in aula, sono previste call conferences via Skype tra i conduttori e i partecipanti divisi in piccoli gruppi per l’analisi delle trascrizioni delle sedute realizzate dai partecipanti.

Programma del corso


Il programma del corso si articola su diversi temi:

  • Le convinzioni e i valori di chi opera con l’experiencing

  • Cosa si intende per experiencing

  • I segnali dell’experiencing nel cliente

  • L’accesso all’experiencing nell’operatore

  • Come facilitare l’experiencing del cliente

Incontri di intervisione

L’intervisione è una modalità di supporto per counselor e terapeuti, basata su una interazione di gruppo alla pari tra colleghi, orientata al Focusing. Gli incontri prevedono due diverse fasi: un lavoro di intervisione in gruppo e una parte di didattica. In ogni incontro vengono trattati uno o due casi portati dai partecipanti a turno. 
All'esposizione da parte della persona che porta il caso seguirà il lavoro in gruppo sul caso. La modalità di interazione nel gruppo di intervisione sarà ispirata al Focusing Interattivo, adattato ad essere usato in gruppo. Parte di ogni incontro sarà dedicata anche alla didattica esperienziale sull’integrazione del movimento e del contatto nel processo di Focusing, secondo diverse modalità: modello del Wholebody Focusing, Metodo Hakomi e altri approcci.

A chi si rivolgono


Gli incontri sono aperti a Counselor, Psicologi e Psicoterapeuti, con formazione al Focusing e che integrano il Focusing nella loro pratica professionale.

Questi sono in sintesi i passi del Focusing Interattivo che si seguono nel lavoro di intervisione di gruppo:

  • uno dei partecipanti espone un caso;

  • ognuno degli altri partecipanti, a turno, risponde riassumendo in una frase breve quello che ha colto dell’esperienza dell’altro attraverso il suo ascolto empatico;

  • chi ha proposto il caso sceglie la risposta più risonante e interagisce con la persona che ha detto la frase, sviluppando un processo di Focusing;

  • quando la persona che ha proposto il caso sente di essere soddisfatta conclude l’interazione con il compagno con cui ha lavorato ed esprime il suo feedback al gruppo sul risultato del lavoro;

  • a questo punto chi vuole può condividere la risonanza con il suo vissuto personale di esperienze;

  • si chiude con un feedback di condivisione generale.

E’ previsto un massimo 9 partecipanti a incontro.

 

Contatto: nicoletta.corsetti@gmail.com

© 2018 Focusing e Ascolto WebDesign Flavia Mascoli

   CONTATTI   

   MODULO FATTURAZIONE

  • Facebook - Grey Circle
  • YouTube - Grey Circle